Il 1° ottobre 2018 parte il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni. Il Censimento permette di misurare le principali caratteristiche socio-economiche della popolazione dimorante abitualmente in Italia.

Per la prima volta l’Istat effettua la rilevazione censuaria con cadenza annuale e non più decennale, il che consente di rilasciare informazioni continue e tempestive.

A differenza delle passate tornate censuarie, il Censimento permanente non coinvolge più tutte le famiglie nello stesso momento, ma solo un campione di esse. Ogni anno le famiglie chiamate a partecipare sono circa un milione e quattrocentomila.

Il nuovo censimento è comunque in grado di restituire informazioni rappresentative dell’intera popolazione, grazie all’integrazione dei dati raccolti con le diverse rilevazioni campionarie svolte (la rilevazione detta areale e quella da lista) con quelli provenienti dalle fonti amministrative. I principali vantaggi introdotti dal nuovo disegno censuario sono un forte contenimento dei costi della rilevazione e una riduzione del fastidio a carico delle famiglie.

La famiglia può essere chiamata a partecipare a una delle due diverse rilevazioni campionarie oppure non essere coinvolta dall’edizione in corso del censimento.

La compilazione del questionario online tramite credenziali è riservata alle sole famiglie coinvolte nella Rilevazione da lista, una delle due indagini campionarie del Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni.

La rilevazione interessa circa 330 mila famiglie che rientrano nel campione estratto dal Registro base degli individui e ha lo scopo di raccogliere informazioni sulle caratteristiche socio-demografiche del Paese.
Partecipare al Censimento è un obbligo di legge.

Vedi anche: https://www.istat.it/it/censimenti-permanenti/popolazione-e-abitazioni


COME PARTECIPANO LE FAMIGLIE

Le famiglie coinvolte nella rilevazione ricevono, dal 1 all’8 ottobre, via posta una busta contenente un lettera ufficiale a firma del Presidente dell’Istat indirizzata all’intestatario del Foglio di famiglia e un pieghevole informativo.
La lettera ufficiale (informativa/informationen/informacije/per le famiglie che hanno subito un evento sismico) comunica alla famiglia che è chiamata a partecipare al Censimento, spiega le finalità conoscitive e statistiche dell’operazione censuaria e avvisa dell’obbligatorietà di risposta. La lettera fornisce soprattutto le credenziali di accesso al questionario online e tutti i contatti per ricevere assistenza e chiarimenti. Il pieghevole  – in lingua italiana – contiene informazioni utili sul Censimento esposte con linguaggio semplice e diretto.

A partire dall’8 ottobre la famiglia può compilare il questionario online, utilizzando le credenziali di accesso riportate nella lettera informativa ricevuta. In alternativa, la famiglia si può recare presso uno dei Centri comunali di rilevazione (CCR), che rimarranno attivi per tutta la durata dell’operazione censuaria, per compilare il questionario via web in maniera autonoma su una postazione con accesso a internet o usufruendo dell’aiuto di un operatore comunale. Tutte le informazioni rilasciate devono fare riferimento alla data del 7 ottobre 2018.

Le famiglie che non avranno ancora compilato il questionario online o che lo avranno fatto in maniera incompleta riceveranno già nella prima fase, a ottobre, un promemoria dall’Istat che ricorda loro l’obbligo di rispondere. La compilazione del questionario online potrà avvenire fino al 12 dicembre. Dal 13 dicembre l’intervista sarà possibile solo tramite rilevatore.  Le famiglie a quel punto potranno:

  • essere contattate telefonicamente da un operatore comunale per effettuare l’intervista
  • ricevere a casa un rilevatore, anche su appuntamento, che effettuerà l’intervista faccia a faccia utilizzando il proprio tablet.

La rilevazione si chiude il 20 dicembre 2018.


IL CALENDARIO DELLA RILEVAZIONE

  • dal 1 ottobre al 7 ottobre: Le famiglie ricevono la lettera Istat per partecipare al censimento;
  • dal 8 ottobre al 7 novembre: Le famiglie restituiscono i questionari compilati online da casa o presso i CCR
  • dal 8 novembre al 20 dicembre: Le famiglie non rispondenti ricevono il promemoria Istat e una eventuale visita del rilevatore