Il giorno venerdì 20 gennaio p.v. si svolgerà come ogni anno, la celebrazione votiva – religiosa e civile – a San Sebastiano, alla quale tutta la popolazione è invitata a partecipare.

Giova ricordare che:

“Nella seconda metà del secolo XVI, un’epidemia di peste dilaga nel nostro borgo. Analogo destino tocca  anche a diversi paesi a noi vicini. I morti sono molti e vengono seppelliti nel cimitero antico di Clivolo, situato di fronte alla Chiesa.

Di peste muore anche il Parroco dell’epoca, Don Antonio Paniale.

Per difendersi dall’epidemia, la gente usa anche la fede e si raccomanda ai santi che si ritiene abbiano potere contro questi mali.

Dai documenti esistenti presso l’archivio parrocchiale risulta che il già citato curato sottoscrisse con il Sindaco un voto a San Sebastiano, per adempiere il quale, la popolazione del borgo s’impegna a celebrare ogni anno, il 20 gennaio,  giorno consacrato al culto del Santo, una festa votiva con una solenne  processione, alla quale deve partecipare almeno un rappresentante di ogni famiglia.”

Ancora oggi, la popolazione borgodalese manifesta la devozione al Santo, seguendone la reliquia, che viene portata durante la processione per le vie del paese, mantenendo così fede al voto.

Nell’occasione verrà portato in processione, benedetto e presentato alla popolazione il nuovo Gonfalone Comunale, accompagnato dal vecchio Gonfalone che, con onore, verrà deposto a “riposo”.

Programma della celebrazione:

  • Ore 14:30 ritrovo presso il cortile del Palazzo Comunale;
  • Segue corteo con Gonfaloni fino alla Chiesa Parrocchiale;
  • Ore 15:00 Santa Messa con benedizione del nuovo e del vecchio Gonfalone;
  • Segue Processione con la Reliquia del Santo per le vie del paese;

–         Al termine della celebrazione ricevimento nel salone comunale e presentazione ufficiale del nuovo Gonfalone.

Si ringrazia il gruppo “L’Archivi e ij Carti del Borgh” per la sintesi storica.

Addì, 17 gennaio 2017

IL SINDACO E L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE