Erano le ore 19:30 del 30 Aprile 1945: la tragedia del BOMBARDAMENTO

Il 29 aprile, due camionette in perlustrazione ingaggiano una sparatoria con i partigiani, nella quale sono coinvolti vari civili con alcuni morti e diversi feriti.
Una colonna militare tedesca si ferma a Borgo d’Ale, nel rione di S. Antonio, con camion carichi di esplosivi, nascosti nei cortili e sotto i portoni.
Il 30 aprile, alle ore 19:30, la colonna viene mitragliata da aerei alleati; gli scoppi dei camion e delle munizioni distruggono il quartiere, causando tredici morti civili e molte vittime tra i soldati tedeschi. Intere case sono crollate, altri tetti sono scoperchiati, porte e finestre sono divelte, i vetri vanno in frantumi. Divampano gli incendi e, subito dopo, scoppia un violento temporale.

Oggi, nel 75° di ricorrenza del tragico evento bellico, in periodo di grave emergenza sanitaria dove stiamo conducendo una “guerra” per la salute, causata dalla pandemia del COVID-19, con sobrietà deponendo i fiori presso la stele nel rione S. Antonio, in un momento di silenzio, abbiamo ricordato tutti i Borgodalesi che furono coinvolti nel bombardamento.

30 aprile 2020

In rappresentanza di tutta la Cittadinanza:
IL SINDACO con L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

video