Col nostro Arcivescovo Mons. Marco Arnolfo, Don Marco come egli vuole e preferisce sentirsi chiamare, nella sua ammirabile semplicità ed amorevolezza ci ha fatto dono, in questi giorni, di alcuni momenti di conforto ed arricchimento molto sentiti e profondi.

Momenti di confronto e riflessione, non urlati bensì ragionati con la dovuta pacatezza, che hanno spaziato sulle vaste problematiche religiose e civili che impegnano le nostre comunità ….

Tratti significativi della vita sociale e religiosa, ormai fortemente intersecata e che ha obiettivi assolutamente comuni e molto impegnativi, che nascono dalle più diverse vicissitudini quotidiane che, in un modo o nell’altro, alla fine ci coinvolgono tutti indistintamente.

La famiglia resta, come da millenni, il piedistallo ancora insostituibile e che va consolidato, pur nell’evoluzione dell’inarrestabile progresso …. E da qui passiamo al rispetto dei principi e valori della civile convivenza e dell’aiuto reciproco.
Tutti volontariamente e con ragionevolezza siamo tenuti a collaborare ed a “FARE” per il bene comune.

Ripetiamo: intensi e bei momenti vissuti, da Borgo d’Ale – coi Borgodalesi – con soddisfazione ed animo lieto.

Concludono, questa bella visita pastorale, il nostro Borgo e l’Arcivescovo con un reciproco grande abbraccio ed arrivederci a presto. Infine l’Arcivescovo Don Marco, con letizia, benedice la grande fagiolata (preparata dagli Alpini del ns. Borgo) augurando ogni bene a tutti.

Ringraziamo L’Arcivescovo, la popolazione tutta, tutte le associazioni del nostro paese, anche quelle dei paesi a noi vicini, tutti i soggetti coinvolti, il parroco Don Carlo Rustichelli e l’Amministrazione Comunale.

GRAZIE A TUTTI CON TANTA CORDIALITA’ !