Cari Borgodalesi,
siamo lieti di condividere con Voi la proposta curata dal Gruppo “L’Archivi e ij Carti dël Borgh” (che ringraziamo per la collaborazione) di riscoprire un po’ di storia del nostro paese, attraverso una rubrica mensile.
Dal Nòs Archivi, ogni mese, una notizia su aneddoti, eventi, accadimenti o personaggi che ci ricorderanno, o sveleranno, informazioni storiche di Borgo d’Ale: il DNA BORGHIN.

Il 27 febbraio1735 muore l’eremita Giovanni Battista Ambrosone, custode della chiesa della Consolata.
Persona enigmatica e molto facoltosa, giunse a Borgo d’Ale al seguito delle soldatesche, dalla Germania.
La costruzione della chiesa, denominata della Madonna santissima del Vaglio, iniziò nel 1655 per opera di Don Michele Ponte, parroco di Borgo d’Ale. Fu benedetta nel 1663, ma già nell’anno precedente la comunità stabilì che l’edificio di culto dovesse essere dato in custodia all’eremita, che visse in una casetta attigua, coltivando il giardino.
Successivamente, gli si affiancò nella gestione la Compagnia della Cintura.
Fu riconfermato nella carica per 35 anni e, alla sua morte, lasciò tutti i propri averi alla stessa chiesa della Consolata.
24 febbraio 2018
Cordiali saluti.
L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE