Si è svolto a Borgo D’Ale, presso la ex chiesa di San Francesco, un importante incontro sulla sicurezza stradale organizzato dall’amministrazione per divulgare i primi risultati della introduzione del sistema di prevenzione e controllo della velocità VeloOK, che il comune ha introdotto in via sperimentale in via Torino.
Il sistema VeloOK consiste nell’installazione sui punti più pericolosi della viabilità di alcune colonnine arancioni ad alta visibilità e mobili sul territorio, predisposte per contenere le apparecchiature di rilevazione, fungendo così a turno da vere e proprie postazioni di controllo della velocità. Ma a prescindere dalla messa in funzione o meno delle colonnine, lo scopo dichiarato è quello di indurre gli utenti al costante rispetto dei limiti urbani.
Il monitoraggio effettuato su via Torino prima e dopo l’introduzione del sistema sembra in effetti avallare tale effetto, confermando così l’impressione generale del forte calo delle velocità, già percepito dai cittadini sui tratti oggetto della sperimentazione.
In particolare dello studio colpisce il calo generale delle infrazioni (-67%), il calo delle infrazioni più pericolose, che comporterebbero il ritiro della patente, (-84%) e il calo complessivo della velocità media dei veicoli in transito (-16 km/h).
I dati di traffico saranno periodicamente monitorati nei prossimi mesi per verificare l’efficacia del sistema nel tempo e per capire quali eventuali correttivi apporre al progetto.
Il Sindaco Pier Mauro Andorno, non nascondendo la propria soddisfazione per i primi risultati ottenuti, ha sottolineato che sono stati conseguiti senza avere ancora elevato alcuna sanzione (a conferma della vocazione soprattutto preventiva del progetto), precisando tuttavia che, esaurito il primo periodo di “ambientamento” che ha permesso ai cittadini ed agli utenti in transito di prendere confidenza con il nuovo sistema, nei prossimi giorni le colonnine saranno attivate a turno per mantenere nel tempo, o addirittura  migliorare, i risultati di calo delle velocità eccessive fin qui ottenuti.
Il responsabile della Polizia municipale Mauro Ferraris ha fornito alcuni importanti ragguagli sulle modalità operative del controllo che, saltuariamente messo in atto, coinvolgerà entrambe le direzioni di marcia dei veicoli.
Il Direttore del Progetto Noisicuri ha infine proposto una ampia analisi sul problema incidentalità basata sui recenti studi internazionali che il progetto vuole diffondere in modo capillare per accrescere negli utenti la cultura della sicurezza stradale. Dalla relazione è emerso come tutti i più autorevoli studi indichino nel contenimento degli eccessi di velocità il fattore essenziale per limitare da subito il numero e soprattutto la gravità degli incidenti. Goglio ha poi parlato delle iniziative educative che il progetto prevede per gli alunni scuole elementari e medie, che nei prossimi mesi coinvolgeranno anche il comune di Borgo d’Ale.
Numerose le domande e le curiosità sollevate dalla numerosa platea, a conferma della grande sensibilità generale del cittadino verso il tema sicurezza stradale nei centri urbani.